RIFIUTI: CAMPANIA - RUSSO, DIFFERENZIATA CONTRO IL RISCHIO TRACOLLO
RIFIUTI: CAMPANIA - RUSSO, DIFFERENZIATA CONTRO IL RISCHIO TRACOLLO

Napoli, 23 mar. - (Adnkronos) - ''Se non ci fosse alcuna soluzione alla crisi, la situazione tra sette giorni sarebbe gravissima. Per ora registriamo condizioni di solidarieta' e devo dire che il lavoro che sta facendo il commissario straordinario Corrado Catenacci sta producendo il risultato di tentare di evitare il tracollo e il collasso, che e' comunque dietro l'angolo se i comuni non si decidono a fare la raccolta differenziata. Se tutti la facessero, non ci sarebbe emergenza''. Lo ha detto il presidente della commissione bicamerale sull'ecomafia, Paolo Russo, a Napoli per la riunione della commissione parlamentare d'inchiesta sul ciclo dei rifiuti e sulle attivita' illecite ad esso connesse.

''Le proteste dei cittadini di queste ore sono legittime- ha aggiunto- perche' sono il risultato di dieci anni di inefficienze. Diventano incomprensibili quando generano ulteriori condizioni di emergenza. Bisogna assumere impegni tali, perche' queste proteste non siano piu' da considerare legittime''. Russo ha tenuto poi a sottolineare che non si puo' considerare la Campania come una regione divisa in due territori, ''uno di serie A, dove si producono rifiuti e che ha prospettive di sviluppo e uno di serie B, dove si devono governare e smaltire i rifiuti dei territori piu' ricchi. Questa dicotomia- ha concluso Russo- e' il presupposto delle contestazioni''.

(Ana/Ct/Adnkronos)