NOTIZIE FLASH: 1/A EDIZIONE - L'INTERNO (7)
NOTIZIE FLASH: 1/A EDIZIONE - L'INTERNO (7)

Roma. Il decreto 'spalma-debiti' per le societa' di calcio ''sarebbe stato iniquo e inutile''. Il ministro del Welfare, Roberto Maroni, ribadisce ai microfoni di 'Radio anch'io' la convinzione espressa con forza in questi giorni dalla Lega e ne spiega le ragioni. ''Iniquo -dice- perche' il decreto avrebbe concesso un trattamento privilegiato ad alcune societa' rispetto ad altre. Senza contare che anche adesso la dilazione dei pagamenti da parte dei club e' possibile se c'e' una fidejussione bancaria. Se le societa' non riescono a dare questa garanzia vuol dire proprio che sono messe male''. ''Inutile -rileva- perche' non avrebbe risolto il problema considerati i requisiti richiesti dall'Uefa per poter partecipare alle Coppe. Secondo Maroni quindi la strada da perseguire e' un'altra: ''serve -sottolinea- un management in grado di gestire le societa' che ormai, essendo diventate SpA alcune delle quali quotate, devono trovare la proprio interno le risorse per avere i conti in pareggio. Il governo chiaramente non puo' intervenire''.(segue)

(Pab/Opr/Adnkronos)