CAPITALISMO: TETTAMANTI, NONOSTANTE PECCATI E' SISTEMA VINCENTE (3)
CAPITALISMO: TETTAMANTI, NONOSTANTE PECCATI E' SISTEMA VINCENTE (3)
PATOLOGIE VANNO CURATE CON SEVERITA', MA NON SONO LA REGOLA

(Adnkronos) - ''Il capitalismo -afferma Tettamanti- e' un sistema che rifugge da ogni illusione falsamente egualitaria e si basa sul merito. Proprio per questo esso appare tanto piu' difficile da accettare''. Questo pero', secondo il finanziere, non rende il sistema immune da patologie, che, sottolinea, ''vanno denunciate e curate con estrema severita'''. Anche se, evidenzia, ''non sono affatto la regola dell'ordine di mercato, il quale, al contrario, tende a premiare gli attori piu' corretti e affidabili''.

Ai contestatori della globalizzazione, Tettamanti obietta che il fenomeno che il mondo sta vivendo non e' ''frutto di macchinazioni o piani volti allo sfruttamento di questa o quella parte del mondo'', ma ''e' figlio del progresso tecnologico e contemporaneamente di un'ideologia stalinista che teneva prigioniera una gran parte dell'umanita'''. Anche se ''come ogni fenomeno -aggiunge- e' carico di sfide, promesse e pericoli che vanno attentamente valutati e gestiti''. ''Non sono la globalizzazione e il capitalismo a condannare il terzo Mondo, ma semmai la loro assenza'', sottolinea, e, se nella globalizzazione senz'altro ''vi sono ombre'' e ''moltissimo ancora da fare, specie nella lotta contro la poverta''', le sue conseguenze ''sono positive per l'impatto economico, hanno positivi riflessi sociali e contribuiranno a un'evoluzione istituzionale piu' adeguata alle diverse realta' sociali e alle esigenze profonde di quelle popolazioni''. (segue)

(Mig/Gs/Adnkronos)