GIUSTIZIA: LA RUSSA, GIUSTO DISCUTERE NORMA SU LEGITTIMA DIFESA
GIUSTIZIA: LA RUSSA, GIUSTO DISCUTERE NORMA SU LEGITTIMA DIFESA

Roma, 18 apr. - (Adnkronos) - ''Sono contento che il ministro Castelli sia del parere che occorre discutere sulla norma della legittima difesa e in proposito c'e' gia' un progetto di Alleanza Nazionale. Attenzione, pero', a non andare oltre, a non esagerare''. Cosi' il coordinatore di Alleanza Nazionale Ignazio La Russa, commenta all'ADNKRONOS, la proposta del ministro Castelli di cambiare le norme sulla legittima difesa.

Ma avverte: ''Il vero problema non e' la norma attuale che e' buona, ma l'interpretazione giurisprudenziale, cioe' la sentenza, che via via e' diventata piu' restrittiva, a confronto di una dottrina che invece risconosce ampiamente la possibilita' di una legittima difesa putativa che si ha nel caso in cui un soggetto erroneamente ma in buona fede, ritiene di essere in pericolo pur senza esserlo effettivamente''.

La Russa ha fatto notare che ''sempre piu' i giudici hanno ristretto l'interpretazione. In questo senso, e' meglio fare una norma piu' chiara. La proposta di An -ha spiegato- tende a dire che quando la minaccia alla persona avviene all'interno di un luogo privato o del proprio domicilio, l'onere della prova e' a carico dell'aggressore, mentre oggi e' carico dell'imputato''.

(Rif/Ct/Adnkronos)