GIUSTIZIA: MANDATO D'ARRESTO, ITER CAMERA 'TORTUOSO' PER PDL (3)
GIUSTIZIA: MANDATO D'ARRESTO, ITER CAMERA 'TORTUOSO' PER PDL (3)
PDL 'ATTESA' IN AULA SIN DA NOVEMBRE, LA POLEMICA GIURIDICA

(Adnkronos) - Ma la stesso 'percorso' dell'euromandato in commissione testimonia il fatto che il testo non ha avuto vita facile sin dal primo giorno. Prima doveva essere il governo stesso a confezionare un provvedimento, con tanto di 'investitura' per una apposita commissione ministeriale, che pero' e' rimasto nei cassetti dell'esecutivo per l'aperta contrarieta' di Castelli. Poi, il 'pressing' delle altre forze della Cdl, Udc e An su tutti, per arrivare al recepimento della decisione quadro che ha messo a dura prova la tenuta della maggioranza nel corso dell'inverno.

In mezzo, le polemica sulla 'forma' del recepimento (legge ordinaria o costituzionale); la 'spola' del testo dalla commissione Giustizia alla Affari costituzionali e alla Bilancio per una serie di pareri; l'abbandono di una sola parte dell'opposizione (Ds e Dl) dei lavori della commissione per una protesta non completamente condivisa dagli altri alleati, a cominciare dallo Sdi; la disputa giuridica tra esperti di diritto con quelli, come Giuliano Vassalli, pronti ad evidenziare i limiti della decisione quadro in ordine al rispetto degli ordinamenti dei singoli Stati dell'Unione. Per questi, e altri, motivi la Pdl non e' mai riuscita ad arrivare sino all'aula, dove in origine era stata calendarizzata per lo scorso 24 novembre. (segue)

(Gmg/Gs/Adnkronos)