IRAQ: MASTELLA, POLITICA DEGLI USA DISTRUTTIVA PER IL MONDO
IRAQ: MASTELLA, POLITICA DEGLI USA DISTRUTTIVA PER IL MONDO

Napoli, 18 apr. (Adnkronos) - ''La politica degli Stati Uniti e' diventata distruttiva per il mondo e ha posto l'America in una posizione di isolamento''. Lo ha detto Clemente Mastella che ha concluso oggi a Napoli i lavori della conferenza programmatica nazionale del Campanile. ''In questo modo si alimenta odio -ha detto Mastella- tanto da scoprire che Fabrizio Quattrocchi potrebbe essere stato ucciso non perche' italiano, ma perche' ci si e' accorti che aveva passaporto statunitense''.

Secondo Mastella, che ha ribadito il proprio ''no alla guerra in Iraq per un istinto cattolico'', se da un lato e' necessario ''aborrire le cose che dice Oriana Fallaci, c'e' dall'altro l'esigenza da parte delle civilta' e delle religioni monoteistiche di confrontarsi''. Per il leader dell'Ap-Udeur il prossimo 30 giugno dovra' dunque esserci ''un punto fermo''. ''Se arriva l'Onu non puo' esserci una presenza come la nostra. Occorrera' un concorso europeo ed anche a questo serviranno le elezioni. Attualmente -ha concluso Mastella- l'Europa non c'e' e oscilla tra il narcisismo di Chirac, l'angoscia del passato dei tedeschi e la politica da pacche sulle spalle di Berlusconi''.

(Ana/Ct/Adnkronos)