CHERNOBYL: L'ITALIA VINCE LA GARA DELLA SOLIDARIETA'
CHERNOBYL: L'ITALIA VINCE LA GARA DELLA SOLIDARIETA'
ACCOLTI 395.585 BAMBINI CON UNA MEDIA ANNUA DI CIRCA 40.000

Roma, 27 apr. (Adnkronos) - L'Italia vince la gara della solidarieta' per l'ospitalita' ai minori di Chernobyl, che periodicamente usufruiscono dell'ospitalita' dei Paesi europei a seguito del disastro della centrale nucleare, la cui esplosione 26 anni fa provoco' nubi radioattive, che si estesero per circa 150 chilometri, colpendo soprattutto la Bielorussia, l'Ucraina e la Russia. Fenomeni di solidarieta' sono presenti in quasi tutti i paesi, ma l'entita' dei flussi annui e' consistente soprattutto in Italia, infatti dal 1994 al 2002 sono stati accolti complessivamente, secondo il Censis, 359.585 bambini per una media annua di circa 40.000. I periodi di accoglienza si verificano durante la pausa estiva e di Natale.

Inoltre l'Italia e' l'unico paese che ha istituito un organismo nazionale di controllo e di valutazione dei progetti di accoglienza , infatti esiste il 'Comitato per i minori stranieri', istituito nel 1994 a seguito del famoso 'caso Antonov', un bambino russo che la famiglia ospitante si rifiutava di far tornare in patria. In Italia nel 2002 in totale 285 enti hanno presentato progetti e gestito oltre 30.000 ingressi, a fronte di 487 famiglie che hanno gestito individualmente l'accoglienza. Di fronte ad un fenomeno cosi' ampio, emerge in tutti i paesi europei la necessita' di creare un sistema che tuteli maggiormente il minore, garantendo il rispetto degli obiettivi del soggiorno e degli standard minimi di accoglienza.

(Stg/Gs/Adnkronos)