SANITA': DS LOMBARDIA, CARTA SERVIZI CARA E IN RITARDO
SANITA': DS LOMBARDIA, CARTA SERVIZI CARA E IN RITARDO
'NEL 2009 SARA' GIA' SUPERATA, SERVE STRUMENTO DIVERSO'

Milano, 27 apr. - (Adnkronos) - ''Costa troppo, presenta ritardi eccessivi e non c'e' traccia dei vantaggi che porta''. Queste le critiche mosse dal gruppo dei Ds lombardi alla carta sanitaria dei servizi che e' entrata in vigore, in via sperimentale, nel '99 a Lecco e che a breve sara' adottata a Pavia, Cremona e Legnano.

''Il prototipo di Lecco -spiega il consigliere lombardo dei Ds Carlo Porcari, membro della commissione Sanita' - e' costato 25 mln di euro ma la Carta non serve se non per l'identificazione poiche' non permette ancora di accedere ai dati clinici o di fare prenotazioni''.

I Ds hanno presentato una mozione urgente al Consiglio lombardo per chiedere spiegazione dell'aumento dei costi di 166,89 mln di euro: un incremento del 40% rispetto alle previsioni, portando la spesa per ogni tessera magnetica da 10,33 euro a 14 euro.

''Si tratta, per coincidenza, della stessa cifra incassata dai tickets sanitari -notato i diessini lombardi- la tessera entrera' in vigore in ritardo, nel 2009, quando risultera' gia' tecnologicamente vecchia e superata''. (segue) (Mrs/Lr/Pn/Adnkronso)

null