VENETO: I SINDACATI PRESENTANO AGENDA DELLE PRIORITA'
VENETO: I SINDACATI PRESENTANO AGENDA DELLE PRIORITA'
IN VISTA PIANO REGIONALE SVILUPPO

Venezia, 27 apr. - (Adnkronos) - Il contributo delle organizzazioni sindacali nella prima fase di stesura del nuovo Programma regionale di sviluppo del Veneto ha sensibilmente modificato il documento programmatorio regionale, soprattutto nelle pagine dedicate al welfare, al sistema della formazione e dell'orientamento al lavoro e della logistica. Lo hanno ricordato i rappresentanti delle tre segreterie regionali di Cgil, Cisl e Uil nel coro delle consultazioni promosse dalla commissione del Consiglio regionale, presieduta da Iles Braghetto, sul Prs veneto.

Ma Franco Sech (Cisl), Luciano Caon (Cgil) e Roberto Michieletti (Uil) hanno voluto indicare anche l'agenda dei piani di settore e dei relativi piani attuativi di spesa che dovranno tradurre in interventi operativi gli indirizzi del Programma regionale di sviluppo. ''Otto le priorita' - o meglio i progetti obiettivo come li hanno definiti i tre segretari veneti - nell'applicazione del Programma regionale di sviluppo: la tutela delle acque e investimenti nel servizio idrico integrato; l'implementazione delle reti infrastrutturali e del trasporto pubblico; il piano energetico; la promozione di una agricoltura di qualita' ed ecocompatibile; l'innovazione dei prodotti e dei sistemi finanziari; un nuovo piano regionale per l'immigrazione improntato secondo i criteri dell'accoglienza, dell'integrazione e dei diritti di cittadinanza; l'innovazione economica; politiche sociali di inclusione e di promozione delle reti di solidarieta'''.(segue)

(Red-Dac/Ct/Adnkronos)