DOPING: ATLETICA, TAS RICONOSCE COLPEVOLE AMERICANO YOUNG
DOPING: ATLETICA, TAS RICONOSCE COLPEVOLE AMERICANO YOUNG
POSITIVO A NANDROLONE NEL 1999 E ASSOLTO, VINSE ORO 4X400 A SYDNEY 2000

Losanna, 29 giu. (Adnkronos) - Il Tribunale di Arbitrato dello Sport (TAS) si e' espresso a favore della Federazione internazionale d'atletica (IAAF) a proposito del caso di doping che ha coinvolto l'atleta americano Jerome Young. Il Tribunale di Arbitrato Sportivo di Losanna ha, infatti, riconosciuto colpevole di doping lo sprinter statunitense Jerome Young per la sua positivita' al nandrolone nel 1999. Young era stato assolto da una corte sportiva americana, e partecipo' ai giochi di Sydney 2000 vincendo un oro con la staffetta 4x400, ma la IAAF aveva fatto ricorso a questa decisione ritenendo l'atleta colpevole.

Il Tas ha concluso che ''la Commissione d'appello antidoping dell'USATF e' giunta ad una conclusione sbagliata nei confronti di Jerome Young'' ritenuto invece colpevole dal Tas. Il tribunale, ultimo grado della giustizia sportiva internazionale, ha stabilito che ''Young ha commesso una infrazione ai regolamenti antidoping nel 1999 e che gli debba essere revocato il successo ottenuto ai Giochi Olimpici australiani''.

(Riz/Gs/Adnkronos)