MONTAGNA: I CONSIGLI DEL SOCCORSO ALPINO DELLA GDF (2)
MONTAGNA: I CONSIGLI DEL SOCCORSO ALPINO DELLA GDF (2)
ABBIGLIAMENTO ADATTO E ACCLIMATAMENTO GRADUALE

(Adnkronos) - Altro dettaglio importante e' l'equipaggiamento con cui si parte per un'escursione. L'abbigliamento deve essere adatto alle condizioni climatiche della montagna. Si', dunque, a capi sovrapposti che si possono aggiungere o togliere a seconda della temperatura. Ma e' quando si arriva in alta quota che i rischi aumentano. Problemi respiratori si possono percepire gia' a 2000 metri d'altezza a causa della bassa pressione.

E' necessario quindi prepararsi bene al'acclimatamento: una serie di strategie messe in atto dall'organismo per sopperire alle carenze di ossigeno. ''Non e' immediato -spiega all'ADNKRONOS il comandante della scuola del Soccorso alpino della Guardia di Finanza, Roberto Visentin- e deve avvenire in modo graduale e naturale. Non si dovrebbero superare i 300 metri di dislivello al giorno sopra quota tremila metri''. Dopo aver superato i quattromila gli esperti consigliano anche alcuni giorni di riposo. (segue)

(Stg/Pe/Adnkronos)