MONTAGNA: I CONSIGLI DEL SOCCORSO ALPINO DELLA GDF (5)
MONTAGNA: I CONSIGLI DEL SOCCORSO ALPINO DELLA GDF (5)
LE 10 REGOLE DEL CODICE DELLE PISTE DA SCI

(Adnkronos) - E se per le escursioni ci sono dei consigli da seguire per non rischiare incidenti, ecco che invece per gli sciatori arriva, sempre dal Soccorso alpino della Guardia di Finanza di Predazzo, un decalogo di regole di comportamento: un vero e proprio codice delle piste da sci. Rispetto per gli altri, controllo della velocita', scelta della direzione evitando cambi di traiettoria che rischiano di provocare scontri con altri sciatori, e no al sorpasso azzardato. Si puo' effettuare, alla destra o alla sinistra dello sciatore, ma a distanza di sicurezza.

Se ci si trovasse ad un incrocio tra piu' piste si deve dare la precedenza a chi proviene da destra o secondo le indicazioni della segnaletica. Lo sciatore deve evitare di fermarsi, se non in caso di assoluta necessita'. Qualora si cadesse e' utile sgomberare il prima possibile la pista. Chiunque sia testimone di una caduta o di un incidente piu' grave deve prestare soccorso e fornire le proprie generalita' alle autorita' che intervengono sul posto.

Inoltre, con la legge 363 del 24 dicembre 2003, entrata in vigore il 20 gennaio 2004, a tutte queste regole di comportamento sulle piste da sci si aggiunge anche la norma che rende obbligatorio l'uso del casco per i baby-sciatori fino a 14 anni. Pena una multa che va dai 30 a 150 euro.

(Stg/Pe/Adnkronos)