OSPEDALI: IL RAPPORTO, 320MILA L'ANNO DANNEGGIATI PER ERRORE (5)
OSPEDALI: IL RAPPORTO, 320MILA L'ANNO DANNEGGIATI PER ERRORE (5)

(Adnkronos/Adnkronos Salute) - Alto rischio di errori, inoltre, per i pazienti anziani. Da un'indagine dalla Food and Drug Administration statunitense - riferita nel Rapporto - e' emerso che ''proprio fra la popolazione anziana si ha la maggior frequenza di morte per errori in terapia''. Piu' vulnerabili gli 'over 60', mentre il pericolo sembra ridursi tra i 70 e gli 80 anni. Ma come ridurre i rischi per i ricoverati?

La Commissione sottolinea l'importanza dei sistemi computerizzati di gestione della terapia, che hanno permesso il controllo del dosaggio e ridotto il tasso di reazioni avverse; ma anche la distribuzione di medicinali in dosi unitarie, la verifica delle prescrizioni da parte di un farmacista e la sua partecipazione al giro di visite in terapia intensiva. (segue)

(Sal/Ct/Adnkronos)