PAPA: LOURDES, LA TESTIMONIANZA DI UN VETERANO DEL 'TRENO BIANCO'
PAPA: LOURDES, LA TESTIMONIANZA DI UN VETERANO DEL 'TRENO BIANCO'
'AVEVO 15 ANNI QUANDO SONO PARTITO PER LA PRIMA VOLTA'

Roma, 11 ago. (Adnkronos) - Per otto volte e' stato barelliere sul treno degli ammalati dell'Unitalsi per Lourdes. Domenico Cinque, ventisei anni, di Nocera Inferiore, al suo primo servizio sul 'treno bianco' aveva quindici anni, ora e' considerato uno dei 'veterani' dell'assistenza. ''Avevo 15 anni quando sono partito per la prima volta per Lourdes -racconta Cinque all'ADNKRONOS- avevo fatto un corso di preparazione presso la Diocesi di Nocera Inferiore-Sarno. Ognuno di noi era responsabile di una carrozza e a ciascuno veniva affidato un ammalato da seguire in ogni momento e in tutte le sue necessita'''.

I malati e i disabili vanno seguiti in ogni istante e in ogni attivita' del pellegrinaggio. ''Si accompagna l'assistito per il bagno nelle piscine -continua il giovane- la processione alla grotta, alle funzioni eucaristiche, ma anche per le escursioni, al museo delle cere, al castello, per la citta'. E poi, la cosa piu' importante e' dedicare tempo all'assistito''. Cosa spinge un giovane di 15 anni ad andare a Lourdes a fare volontariato? ''Sapere di essere utile ad una persona bisognosa, anche semplicemente regalandogli un sorriso -afferma Domenico- stare a fianco di una persona che sicuramente soffre piu' di te, rallegrarla, assistirla''. (segue)

(Stg/Pe/Adnkronos)