SICUREZZA STRADALE: LUNARDI, EDUCARE GIOVANI A RISPETTO VITA
SICUREZZA STRADALE: LUNARDI, EDUCARE GIOVANI A RISPETTO VITA
'PROBLEMA DI ETICA, 20% INCIDENTI IN MENO MA MORTALITA' RESTA ALTA'

Roma, 11 ago. - (Adnkronos) - ''La patente a punti ha dato risultati sicuramente positivi ma non ancora quei risultati che ci aspettiamo''. Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Pietro Lunardi ha sottolineato in un'intervista a One O Five Live, il canale in Fm della Radio Vaticana, come ''in un anno gli incidenti si sono ridotti del 20%. Mi sembra che un buon lavoro l'abbiamo fatto. Ma siamo purtroppo sempre su valori di mortalita' alta. Negli ultimi mesi sono aumentati rispetto ai mesi invernali gli incidenti mortali, sia perche' in estate si immettono sulle strade i mezzi a due ruote a cui vanno attribuiti la meta' degli incidenti stradali che succedono, sia perche' e' aumentato il numero dei veicoli circolanti''.

Il Ministro ha parlato della ''piaga dei giovani che non rispettano la propria vita e quella degli altri'', soprattutto nei weekend, quando molti assumono sostanze particolari o alcool. ''Di fronte a questa incoscienza, a questa mancanza di responsabilita' giovanile, piu' che la patente a punti bisogna fare un intervento a livello di coscienze'' ha affermato. (segue)

(Pax/Ct/Adnkronos)