IRAQ: DUE BRITANNICI COMBATTONO AL FIANCO DI AL SADR A NAJAF
IRAQ: DUE BRITANNICI COMBATTONO AL FIANCO DI AL SADR A NAJAF
ZIO E NIPOTE HANNO LASCIATO LONDRA PER LOTTARE ''CONTRO IL DIAVOLO''

Londra, 11 ago. - (Adnkronos) - Ci sono anche due cittadini britannici di origine irachena - zio e nipote - tra i miliziani dell'Esercito del Mehdi che da una settimana hanno ripreso a combattere a Najaf contro le forze americane. E' quanto scrivono il ''Guardian'' e il ''Times'' e all'inviato di quest'ultimo quotidiano il piu' anziano ha detto: ''L'Iraq e' il nostro Paese e qui ci sono degli invasori. Ci siamo schierati con Moqtada al Sadr perche' riteniamo sia la parte giusta''.

I due, che parlano con un perfetto accento londinese, scrive il Times, hanno rifiutato di svelare la propria identita', preferendo presentarsi con i propri nomi di battaglia, Abu Hakid (Padre della Furia), lo zio 23enne, e Abu Turad (Padre della polvere), il nipote 21enne. Entrambi hanno assicurato di non essere gli unici stranieri tra i miliziani sciiti a Najaf e se hanno deciso di lasciare la Gran Bretagna, ha spiegato Abu Hakid, e' perche' c'e' una battaglia in corso tra ''il diavolo contro gli angeli''. Sono state invece le dichiarazioni del presidente americano George W. Bush dopo gli attacchi dell'11 settembre - ''con noi o contro di noi'' - a convincere Abu Turad ad andare in Iraq: ''Evidentemente siamo contro di lui''. (segue)

(Pap/Pe/Adnkronos)