IRAQ: TAREQ AZIZ, TRIBUNALE MI ACCUSA DI 'STRAGE'
IRAQ: TAREQ AZIZ, TRIBUNALE MI ACCUSA DI 'STRAGE'
LETTERA DELL'EX VICE PREMIER ALLA FAMIGLIA

Baghdad, 11 ago. - (Adnkronos) - Tareq Aziz ha annunciato in una lettera inviata ai familiari di essere stato incriminato dal tribunale iracheno per 'strage', reato per cui rischia la pena di morte, reintegrata domenica dal governo provvisorio di Baghdad. Nella missiva, l'ex vice premier iracheno assicura che '' i capi d'accusa sono totalmente infondati''.

Le accuse si riferiscono alle epurazioni del 1979 di un centinaio di quadri del partito Baath di Saddam Hussein accusati di tradimento e la dura respressione nel marzo del 1991 ordinata dal regime dell'ex rais di una rivolta sciita nel sud del paese. Aziz ha inoltre chiesto alla famiglia di formare ''un team di legali iracheni, arabi e stranieri per difenderlo contro le accuse infondate'', rassicurandoli sul suo stato di salute: ''Non vi preoccupate, sto bene e il morale e' buono''.

(Ses/Ct/Adnkronos)