PAPA: A GIOVANI RUSSI, NON DISSIPATE LIBERTA' IN FALSI IDEALI (2)
PAPA: A GIOVANI RUSSI, NON DISSIPATE LIBERTA' IN FALSI IDEALI (2)
'CHIESA PERSEGUITATA E UNITA NEL MARTIRIO, ECUMENISMO PIU' CONVINCENTE'

(Adnkronos) - Il Papa indica nell'appuntamento di Colonia ''un momento importante'' per la Chiesa della Federazione russa. Giovanni Paolo II, che non ha nominato il Patriarcato di Mosca ne' le frizioni esistenti fra Roma e Mosca, ha definito quella russa ''una Chiesa che in passato ha conosciuto tante tribolazioni, e' stata perseguitata e martoriata non di rado fino all'effusione del sangue, ma che ha perseverato nell'adesione a Cristo, unico Signore, e nella confessione delle perenni verita' della fede''.

In questa testimonianza fino al martirio ''si sono trovati affiancati cattolici, ortodossi e protestanti. La loro testimonianza e' diventata per noi tutti un patrimonio comune''. E questo, ha sottolineato il Papa, ''non puo' non avere anche un respiro ed un'eloquenza ecumenica. L'ecumenismo dei santi, dei martiri, e' forse il piu' convincente'' perche' ''la comunione dei santi parla con voce piu' alta dei fattori di divisione''.

Per questo la Chiesa, ha detto, ''si pone in ascolto delle domande fondamentali che abitano nel vostro cuore, domande sul senso da dare alla vita''. E il Papa ha citato il grande scrittore russo Fedor Dostoevskij, che scrisse: ''L'uomo e' un mistero. Un mistero che bisogna risolvere, e se trascorrerai tutta la vita cercando di risolverlo, non dire che hai perso tempo; io studio questo mistero, perche' voglio essere un uomo''. (segue)

(Mbr/Ct/Adnkronos)