CLONAZIONE: MORONI, PAURA RICERCA CI PORTA FUORI DA EUROPA
CLONAZIONE: MORONI, PAURA RICERCA CI PORTA FUORI DA EUROPA
'OPPORTUNITA' BIOETICA VANNO GOVERNATE DA POLITICA E NON TEMUTE'

Roma, 11 ago. - (Adnkronos) - ''La notizia che arriva dall'Inghilterra sul via libera alla clonazione per scopi terapeutici conferma quanto ho detto quando il Parlamento approvo' la legge sulla fecondazione e cioe' che l'atteggiamento oscurantista che stava dietro a quel provvedimento, ci avrebbe allontanati dall'Europa''. Lo sottolinea Chiara Moroni del Nuovo Psi che da sempre ha criticato l'approvazione, da parte dei colleghi del centrodestra, della legge sulla fecondazione assistita.

''Il tema della clonazione terapeutica e' certamente delicato, ma il compito della politica e' quello di gestire e governare il progresso scientifico e non bloccarlo con un atteggiamento retrogrado e animato da spinte etiche e religiose che non possono appartenere al legislatore -prosegue Moroni- per questo spero che la legge sulla fecondazione venga abrogata al piu' presto perche' non si puo' negare ai malati la possibilita' di curarsi grazie al progresso della ricerca sulle cellule staminali''.

''E' un bene che si riduca l'Irpef per i ricercatori che decidono di rientrare in Italia. Ma mi chiedo che ci tornano a fare se poi -conclude Moroni- gli si nega la possibilita' di effettuare il loro lavoro di ricerca?''.

(Mon/Rs/Adnkronos)