OLIMPIADI: CALCIO, AI GIOCHI MAI VITA FACILE PER ITALIA CONTRO AFRICANE
OLIMPIADI: CALCIO, AI GIOCHI MAI VITA FACILE PER ITALIA CONTRO AFRICANE

Atene, 11 ago. (Adnkronos) - L'Italia del calcio ai Giochi olimpici non ha mai avuto vita facile contro le squadre africane. Claudio Gentile ne e' consapevole alla luce anche della diretta esperienza del mondiale 1982, quando il Camerun mise a rischio la qualificazione degli azzurri alla seconda fase. ''A Volos fara' caldo e le condizioni climatiche giocheranno a favore del Ghana, una squadra temibile come tutte le africane. I nostri avversari faranno della velocita' e della prestanza fisica le armi migliori a loro disposizione''.

In effetti Italia-Africa alle Olimpiadi e' un confronto quasi da incubo. Il ricordo piu' atroce e' quello di Seul '88 quando Stefano Tacconi dovette raccogliere per ben 4 volte la palla alle sue spalle trafitto a ripetizione dallo Zambia e da uno sconosciuto di nome Kalusha Bwalya. Ma anche in altre edizioni l'Italia ha sofferto con le squadre del continente nero. Il primo confronto nel 1920 quando gli azzurri negli ottavi piegarono solo nella ripresa 2-1 l'Egitto, avversario anche a Los Angeles nel 1984; pure in questo caso vittoria di misura per 1-0. Il precedente con il Ghana non e' favorevole e risale ad Atlanta; una sconfitta 2-3 e molte recriminazioni per la direzione arbitrale. La Nigeria a Sydney e' stata l'ultima nazionale africana incontrata ai Giochi; fu pareggio 1-1.

(Red-Spr/Opr/Adnkronos)