OLIMPIADI: CINA, SIAMO GIOVANI E PENSIAMO A PECHINO 2008 (2)
OLIMPIADI: CINA, SIAMO GIOVANI E PENSIAMO A PECHINO 2008 (2)
''YAO MING E' IL PORTABANDIERA IDEALE''

(Adnkronos) - In alcuni sport, le lacune sono evidenti. ''Non siamo cosi' forti nell'atletica leggera e nel nuoto'', discipline in cui la Cina, negli anni '90, brillava grazie esclusivamente alle prestazioni di atlete scomparse rapidamente dalla scena internazionale. ''Negli sport in cui siamo competitivi, dovremo vedercela con la Russia, gli Stati Uniti, l'Australia e la Germania. Puntiamo a conquistare almeno 20 medaglie d'oro e a confermare il terzo posto ottenuto a Sydney. Usa e Russia, in questo momento, sono superiori a noi. La Germania e' il nostro avversario diretto''.

In vista di Pechino 2008, alla Cina farebbero comodo anche i 22 atleti di origine cinese che gareggeranno ad Atene sotto altre bandiere. ''Lo sport non puo' essere confinato in un solo paese'', replica Li Furlong. Per questo la Cina ha aperto le porte a tecnici stranieri. ''Ci siamo affidati ad allenatori provenienti dall'estero per migliorare le nostre prestazioni nel calcio, nella pallamano, nel basket''. Proprio dalla pallacanestro proviene il portabandiera della squadra. Yao Ming, la stella NBA degli Houston Rockets, ''e' stato scelto per le sue qualita' di atleta. E' stato scelto anche perche' e' in grado di comportarsi in modo perfetto nei rapporti con i media. E' la persona ideale per portare la nostra bandiera''.

(Gro/Opr/Adnkronos)