OLIMPIADI: SCHERMA, LA VEZZALI IN COPERTINA SU VANITY FAIR
OLIMPIADI: SCHERMA, LA VEZZALI IN COPERTINA SU VANITY FAIR
''SE FACCIO TUTTO QUELLO CHE DEVO FARE NON CE N'E' PER NESSUNO''

Roma, 11 ago. (Adnkronos) - Un servizio di copertina per Valentina Vezzali nel prossimo numero di Vanity Fair. La grintosa trentenne di Jesi che ha finora vinto 47 medaglie, piu' di ogni altro atleta italiano, racconta il suo stato d'animo alla vigilia della partenza per l'appuntamento olimpico. ''Mi sento pronta. In un giorno mi gioco quattro anni di lavoro. In un solo giorno, arrivando in fondo, fanno quattro gare. Sono tre tempi di tre minuti. Un minuto di pausa tra l'uno e l'altro. Un minuto supplementare in caso di parita'. Quindici stoccate a gara. In sintesi: 40 minuti in tutto, se va bene, in cui ballano quattro anni''. ''Chi mi spaventa di piu'? Me stessa. Nella scherma, se perdi la concentrazione, ti toccano e perdi. Ecco, se sono in pedana e invece di guardare l'avversaria vedo il pubblico, i movimenti sullo sfondo, sono spacciata. Il resto e' tecnica. Allenamento. Tattica. Li' non ho dubbi, sono la piu' forte, se faccio tutto quello che devo fare non ce n'e' per nessuno''.

E' vero che suo marito, Domenico Giugliano, che fa il calciatore, le da' anche 12 stoccate? ''Ci riesce perche' mi fa le battute in napoletano e mi deconcentra. Pensare che gli ho insegnato tutto! Quando ci siamo conosciuti, alle Universiadi del 1999, non sapeva neanche chi fossi. Si appunto' il mio numero e scrisse 'Pezzali' !. Con la 'P'. Eppure ero gia' campionessa del mondo e avevo vinto un oro a squadre e un argento ad Atlanta 1996''. Passando poi alla vita privata la Vezzali ha dichiarato di volere un figlio. ''Subito dopo Atene, faccio un figlio. E' brutto da dire, ma mi tocca programmarlo''. Dalla voglia di essere mamma alla determinazione in pedana. ''Mi hanno battezzata Nikita per la determinazione e la voglia di vincere, ma sono un atleta. Uomo o donna non fa differenza, Compenso coi tacchi a spillo e nella vita sono romantica''. Non manca certo di personalita' la bionda atleta che continua raccontando della sua passione per Eros Ramazzotti, del suo rapporto con la Trillini, di come sogna di fare una campagna pubblicitaria come capito' alla Compagnoni e di come si sia fatta rossa di capelli ''Prima di Valentino Rossi e del team Ferrari'' e che promette per l'appuntamento olimpico ''un colpo di testa scaramantico e top secret''.

(Riz/Opr/Adnkronos)