OLIMPIADI: ANIMALISTI GRECI, GIOCHI UCCIDERANNO 4 MILA CANI RANDAGI
OLIMPIADI: ANIMALISTI GRECI, GIOCHI UCCIDERANNO 4 MILA CANI RANDAGI

Atene, 14 ago. - (Adnkronos) - ''I Giochi Olimpici causeranno la morte di almeno 4 mila cani randagi''. E' quanto sostiene oggi in una intervista al quotidiano greco 'Ta Nea' la presidente della Societa' Animalista Greca, Liana Alexandri, nel lamentare che ''a differenza di quanto promesso, non sono stati creati nuovi canili per ospitare i cani 'sequestrati' ad Atene e dintorni per non creare disturbi ai Giochi e ai turisti''.

Oltre all'intervista e' riportata anche la replica del ministero per lo sviluppo agricolo al quale, in occasione delle Olimpiadi, e' stato affidato il problema del randagismo. ''Almeno 1.500 cani -ribadiscono al ministero- sono stati sistemati in quattro canili municipali, in virtu' anche del contributo statale di 4 milioni di euro per il sostentamento e la sterilizzazione dei cani randagi catturati''. Soldi che, pero', come sostengono le associazioni animaliste greche, ''sono arrivati troppo tardi ed i canili o non funzionano o sono dei veri e propri lager''. ''L'unica speranza per questi sfortunati animali -aggiungono- rimangono le buone intenzioni dei grandi network stranieri come la BBC e NBC che hanno in preparazione inchieste approfondite sul tema''.

''Ma i nodi verranno al pettine ad ottobre -spiega la presidente della confederazione delle Societa' zoofile greche, Ioanna Garaghuni- quando migliaia e migliaia di cani randagi dovrebbero ritornare per le strade gia' vaccinati. Solo allora -conclude la presidente- potremo contare le vittime delle Olimpiadi''.

(Vmk/Ct/Adnkronos)