CINEMA: MOIGE, INACCETTABILE MANIFESTO DI 'TWO SISTERS'
CINEMA: MOIGE, INACCETTABILE MANIFESTO DI 'TWO SISTERS'
PER IL FILM COREANO, SANGUE SUL VESTITO DI DUE BAMBINE

Roma, 16 ago. - (Adnkronos) - E' polemica per i manifesti pubblicitari di 'Two sisters', il film coreano che uscira' in Italia il prossimo 27 agosto. ''Una pubblicita' assolutamente inadatta ai minori'', sostiene il Moige, Movimento italiano genitori, che critica duramente i manifesti pubblicitari del film con due bambine, le due sorelle protagoniste, che indossano un vestito sporco di sangue mentre alle loro spalle i genitori posano come in una delle piu' classiche foto di famiglia. A rendere ancora piu' inquietante il manifesto la scritta: 'Ogni famiglia ha i suoi oscuri segreti'.

''Non e' accettabile che un manifesto del genere venga affisso nelle citta', visibile a minori che possono facilmente essere impressionati -dice il presidente del Moige, Maria Rita Munizzi- che colpisce i legami familiari. Ci appelleremo al Codice di autodisciplina pubblicitaria per chiederne la rimozione a tutela dei minori''. Il film horror, diretto da Kim Jee-Woon e basato su una leggenda coreana, racconta la storia di due sorelle che tornano a casa dopo aver trascorso un periodo in clinica in seguito al suicidio della madre: un ritorno segnato da una matrigna crudele e violenta e spiriti che compaiono in casa. Elementi che hanno portato a paragonare 'Two sisters' all'horror cult giapponese 'The ring' e hanno fatto parlare di nuovo 'Shining' coreano.

(Mag/Ct/Adnkronos)