INFLAZIONE: MAULUCCI, GOVERNO NON INTERVIENE CONTRO CARO-PREZZI
INFLAZIONE: MAULUCCI, GOVERNO NON INTERVIENE CONTRO CARO-PREZZI

Roma, 30 ago. - (Adnkronos) - ''Le vendite in sostanziale diminuzione - se considerate al netto dell'aumento dei prezzi - possono aver determinato il dato dell'inflazione in standby al 2,3%, pronta pero' a scattare quando cominceranno a farsi sentire gli effetti dell'aumento del prezzo del petrolio, gli stessi che determinano - il dato ? di oggi - un'impennata pericolosissima dei prezzi alla produzione''. Lo afferma la segretaria confederale della Cgil, Marigia Maulucci, a commento dei dati Istat sull'andamento dei prezzi nelle citt? campione.

''Il Governo - osserva - dopo aver programmato un'inflazione inferiore di 8 decimi di punto rispetto a quella reale, non solo persevera nell'errore nelle previsione del 2005, ma nemmeno intende intervenire per contenere l'inflazione: con il controllo dei prezzi attraverso la grande distribuzione - controllo perche' ormai per la moral suasion non c'? pi? tempo -, il contenimento delle tariffe, la restituzione del fiscal drag a parziale risarcimento dei redditi da lavoro dipendenti e delle pensioni che pi? di tutti stanno pagando i guasti di questa politica economica''.

(Sec/Rs/Adnkronos)