PENSIONI: CGIA, AGLI EX DIPENDENTI ALITALIA QUELLE PIU' RICCHE (2)
PENSIONI: CGIA, AGLI EX DIPENDENTI ALITALIA QUELLE PIU' RICCHE (2)

(Adnkronos) - Secondo i calcoli della Cgia di Mestre, con un importo medio annuo per pensionato di oltre 31 mila 270 euro gli ex dipendenti Alitalia guidano la classifica dei vitalizi piu' ricchi riservati alle categorie di lavoratori iscritti all'Inps. Seguono i telefonici (20 mila 803 euro) e le aziende elettriche (19 mila 637 euro). Valori ben al di sopra della media del paese (7 mila 428 euro), e lontanissimi dai fanalini di coda. Infatti, a occupare le posizioni pi? scomode troviamo i coltivatori diretti, mezzadri e coloni (5.094 euro), e i commercianti (5 mila 879 euro). Per queste categorie, sia chiaro, il basso importo e' legato ai versamenti contributivi molto modesti effettuati da queste categorie nel corso della loro carriera lavorativa.

Nel panorama delineato dalla Cgia, vicinissime al podio stanno le pensioni medie annue degli esattoriali (17.948 euro), gli addetti ai trasporti (16.319 euro) e quelle di coloro che hanno operato nelle aziende private del gas (15.572 euro). Per i minatori, poi, la cifra scende a 11 mila 375 euro all'anno. Peggio va, comunque, alle categorie che si posizionano al di sotto della media del paese: gli artigiani (6 mila 634 euro) insieme agli uomini di chiesa ( 5 mila 981 euro). ''A parziale giustificazione del vitalizio cosi' elevato percepito dagli ex lavoratori del settore volo - prosegue Bortolussi - va ricordato che l'aliquota contributiva dei dipendenti delle societ? aeree erano fino al 31 dicembre 1995 pari al 40,82% e da dopo quella data si sono ridotte al 37,70%. Un importo piu' elevato rispetto al 32,70% versata attualmente all'Inps, ad esempio, dai lavoratori dipendenti o dai telefonici o dagli elettrici. Sia chiaro, nonostante questo differenziale di aliquota cio' non giustifica le enormi differenze di importo''. (segue)

(Sec-Fin/Rs/Adnkronos)