IRAQ: CASTAGNETTI, PERA RICONOSCE GUERRA INSENSATA (2)
IRAQ: CASTAGNETTI, PERA RICONOSCE GUERRA INSENSATA (2)
UN PATTO NON E' POSSIBILE SENZA RICONOSCERE L'ERRORE

(Adnkronos) - Pero', l'esponente della Margherita chiede: ''Ma come e' possibile un patto senza riconoscere l'errore e, dunque, la necessita' di cercare nuove strade? Non si pretendera', ci auguriamo, di continuare a fare altre guerre, altre crociate occidentaliste all'insegna dello scontro di civilta'''. Per Castagnetti, ''il problema della lotta al fanatismo islamico e al terrorismo e' molto serio ed evoca sicuramente la necessita' di una repressione dura, ma non lo si risolvera' mai puntando esclusivamente sull'uso della forza militare''.

Inoltre, ''il presidente Pera continua poi la sua campagna di riduzione della cultura cristiana alla civilta' occidentale. La cultura cristiana e' ben piu' ampia quella occidentale'', ''cosi' come quella occidentale e' molte altre cose oltre la tradizione cristiana, spesso in collisione con essa. Il cristianesimo ha portato nella storia alcuni valori imprescindibili che certo non possono giustificare una qualsiasi chiamata alle armi, quali la centralita' della persona, l'unita' della famiglia umana, la pace frutto della giustizia. Vi rifletta anche il presidente Pera e vi tragga qualche diversa illuminazione politica''.

(Pol-Neo/Rs/Adnkronos)