IRAQ: SALVI, PERA SBAGLIA NO ALLO SCONTRO DI CIVILTA'
IRAQ: SALVI, PERA SBAGLIA NO ALLO SCONTRO DI CIVILTA'

Roma, 30 ago. - (Adnkronos) - ''Non credo affatto che per sconfiggere il terrorismo internazionale la via della contrapposizione frontale tra Occidente e Islam, indicata dal presidente del Senato Pera, sia quella giusta. Al contrario, proprio l'ideologia dello scontro di civilt? e della guerra in difesa dell'Occidente contro il mondo islamico ? tra i fattori che purtroppo hanno consentito al terrorismo fondamentalista di guadagnare uno spazio, anche fisico, in Iraq, fino al barbaro assassinio di Baldoni e alle drammatiche vicende di queste ore''. E' l'analisi di Cesare Salvi, secondo il quale ''e' con una politica multilaterale di pace e di apertura, che sappia affrontare anche i guasti sociali della globalizzazione e un pi? equo uso e controllo delle risorse energetiche, che la terribile sfida che tutto il pianeta si trova ad affrontare pu? essere combattuta e vinta''.

''I principi della tolleranza e dei diritti dell'uomo non sono patrimonio esclusivo dell'Occidente ma appartengono a tutta l'umanita'. Ci? ? dimostrato dal fatto che quei principi sono proclamati da solenni documenti delle Nazioni Unite, e quindi dell'intera comunit? planetaria''. (segue)

(Pol-Cor/Rs/Adnkronos)