PPE: PISICCHIO, REVISIONE LEGGE ELETTORALE PER FRONTE CATTOLICO
PPE: PISICCHIO, REVISIONE LEGGE ELETTORALE PER FRONTE CATTOLICO

Roma, 30 ago. (Adnkronos) -''L'estate ha messo in luce uno dei punti focali del grande dibattito sui filoni culturali storici della politica italia, il ruolo dei cattolici in politica. La vulgata riterrebbe che in una stagione bipartitaria e maggioritaria la cultura cattolica debba disseminarsi in tutte le direzioni, ma non coagularsi in una sola posizione. La verita' e' che i cattolici tendono a raccordarsi intorno a temi tipici della loro identita', la fecondazione, la dignita' dell'uomo, la famiglia. Viene fuori quindi che e' riconducibile questa voglia di confronto interno''. Cosi' Pino Pisicchio fotografa la situazione italiana e ribadisce la necessita' di una riflessione approfondita sul sistema elettorale, sottolineando il valore del proporzionale.

E' proprio un argomento tabu' la revisione della regola elettorale per consentire che le identita' trovino un contenitore comune? E questo, puo' essere il Ppe?

''Il Ppe oggi -osserva Pisicchio- e' qualcosa di diverso dal Parito polpolare di De Gasperi e dei grandi centristi del passato. Tuttavia oggi diventa ancora qualcosa di diverso perche' una parte dei democratici cristiani decide di andar via. In Italia la riproposizione dello schema europeo avrebbe poco senso senza la revisione sistema elettorale in senso proprozionale. Il tema comunque resta e non e' facilmente eludibile perche' la domanda, oggi, incombe sulla Margherita. Davvero siete a vostro agio all'interno dell'Eldr? (segue)

(Cor/Pe/Adnkronos)