TERRORISMO: PICCO, AL QAEDA PUNTA ALLO SCONTRO TOTALE
TERRORISMO: PICCO, AL QAEDA PUNTA ALLO SCONTRO TOTALE
EX SOTTOSEGRETARIO GENERALE ONU, IRAQ PER SPERIMENTARE JIHAD GLOBALIZZATA

Roma, 30 ago. (Adnkronos) - ''Al Qaeda ha bisogno di un nemico perpetuo senza il quale si scioglierebbe come neve al sole. E nel mirino del network terrorista di Osama Bin Laden non c'e' solo l'Occidente empio e apostata, ma anche l'Islam moderato. Le richieste avanzate di volta in volta per la liberazione dei rapiti sono del tutto strumentali. Al Qaeda ha un unico obiettivo: lo scontro di civilta' totale''. Lo dichiara Giandomenico Picco, gia' sottosegretario generale delle Nazioni Unite, in un'intervista a 'L'Unita''. ''E' l'unico gruppo che ha tanti nemici - spiega Picco - quanto e' grande il mondo''.

''Al Qaeda ha usato la guerra in Iraq - prosegue l'ex sottosegretario generale dell'Onu - come un'opportunita' per fare due cose: in primo luogo, trasformarsi a livello 'genetico', e in seconda istanza, ha usato questa guerra sia come luogo, trincea avanzata per manifestare certe attivita', in particolare i rapimenti che sono terminati con lo sgozzamento degli ostaggi, 'firma' tipicamente Al Qaeda''. Insomma, conclude Picco, ''Al Qaeda ha usato l'Iraq come opportunita' per manifestare un'attivita' di tipo diverso e anche per raccogliere forze laterali che supportino la sua strategia di guerra totale''.

(Stg/Pe/Adnkronos)