UE: FRATTINI, DIRETTORI E 'CAMINETTI' CONTRARI A SPIRITO CASA COMUNE
UE: FRATTINI, DIRETTORI E 'CAMINETTI' CONTRARI A SPIRITO CASA COMUNE
NUOVA CARTA E' PASSO IN AVANTI MA NON PUNTO DI ARRIVO

Berlino, 30 ago. - (Adnkronos) - ''Ogni tentazione di 'direttori ristretti' o di 'riunioni esclusive' nati per eludere il confronto fra la pluralita' delle posizioni rischierebbe di tradire lo slancio delle origini e l'idea di una Europa davvero 'casa comune', nella quale le decisioni si prendono insieme. L'Italia, per parte sua, e' e restera' sempre fedele allo spirito dei padri fondatori per una visione inclusiva della nuova Europa''.

Lo ha sottolineato, fra l'altro, il ministro degli Esteri Franco frattini, nel corso del suo intervento al Bundesrat di Berlino, in occasione delle celebrazioni in onore di Alcide De Gasperi e Konrad Adenauer. ''La nuova Costituzione che a fine ottobre firmeremo a Roma -ha anche detto Frattini- e' un buon passo in avanti verso la nuova Europa ma non puo' essere considerata come un punto di arrivo, tanto piu' alla luce di difficolta' ed incertezze sui meccanismi di ratifica nei diversi Paesi''.

In ogni caso ''abbiamo l'obbligo di mantenere l'impegno per continuare a costruire un'Europa piu' forte e piu' unita'' ed ''il concorso da protagoniste del lavoro di Italia e Germania -ha affermato Frattini- ancora una volta sara' determinante''. (segue)

(Tor/Rs/Adnkronos)