NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE - LA CRONACA (3)
NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE - LA CRONACA (3)

La Spezia. Commerciavano auto usate provenienti dalla comunita' europea con un'evasione fiscale pari a seicentomila euro. La frode e' stata scoperta grazie all'attivita' di controllo dell'Ufficio accertamenti aziendali della circoscrizione doganale di La Spezia. La truffa e' stata attuata da societa' e professionisti denunciati con l'accusa di dichiarazione Iva fraudolenta, emissione di fatture per operazioni inesistenti, occultamento dei documenti contabili e truffa ai danni dello Stato. Le indagini sono state svolte in collaborazione con le autorita' fiscali di Spagna, Francia, Lussemburgo, Inghilterra e Germania e hanno coinvolto anche altre societa' con sede in diverse citta' italiane. La procedura era sempre la stessa: attraverso la creazione del falso credito d'imposta, si potevano rivendere le automobili sul mercato a un prezzo competitivo. Le indagini, tuttora in corso, hanno fatto emergere un'altra truffa di dimensioni maggiori nello stesso settore che coinvolge altre societa' della provincia. (segue)

(Pab/Opr/Adnkronos)