CLONAZIONE: SCETTICISMO IN GB SU CLONE DA DEFUNTO
CLONAZIONE: SCETTICISMO IN GB SU CLONE DA DEFUNTO
ROYAL SOCIETY, NESSUNA PROVA E LAVORO ETICAMENTE INACCETTABILE

Londra, 31 ago. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Scienziati britannici scettici sull'annuncio della creazione di un embrione umano usando tessuti di una persona morta. L'esperto di fertilita' americano Panos Zavos ha dichiarato a Londra di essere riuscito a combinare il materiale genetico di tre persone morte con un ovulo di mucca, creando embrioni 'fotocopia' dei defunti stessi. Ma secondo la Royal Society, dietro gli annunci di Zavos ci sarebbe decisamente ''una mancanza di prove''.

Il medico ha spiegato di aver prelevato campioni di tessuto dai cadaveri di una bimba di 11 anni, un piccolo di 18 mesi e un uomo di 33 anni. Due dei tre esperimenti avrebbero avuto successo, portando alla creazione di embrioni il cui sviluppo e' stato interrotto a uno stadio precoce dallo stesso Zavos, convinto pero' che la ricerca ponga le basi per futuri bebe' fotocopia. Per il segretario del gruppo di lavoro sulla clonazione della Royal Society, Richard Gardner, ''lo studio su materiale genetico umano e ovuli di mucca che il dottor Zavos dice di aver eseguito non sarebbe permesso dalle leggi britanniche. Ed e' scientificamente discutibile ed eticamente inaccettabile''. (segue)

(Sal/Gs/Adnkronos)