COSENZA: GIALLO SU MORTE POLACCA RITROVATA NEL FIUME LAO (2)
COSENZA: GIALLO SU MORTE POLACCA RITROVATA NEL FIUME LAO (2)
I CARABINIERI STANNO CERCANDO DATORI DI LAVORO DELLA DONNA

(Adnkronos) - In questa direzione, infatti, si sono concentrate le indagini degli uomini del Capitano Paolo Abrate, comandante della compagnia dei carabinieri di Scalea. L'obiettivo e' individuare per chi eventualmente lavorava la polacca. Ed in questa ottica operativa i militari di Scalea, coordinati dal procuratore della Repubblica di Paola, Luciano D'Emmanuele, stanno valutando la posizioni di alcune persone che generalmente operano come sensali, cioe' dei collocatori impropri di manodopera extracomunitaria.

Un'indagine complessa, ma non difficile quella che si presenta, anche perche' la donna polacca probabilmente prestava la su attivata' lavorativa, come badante o come collaboratrice domestica, senza regolare permesso di lavoro. Quindi non e' difficile per i militari risalire al suo presunto datore di lavoro. Da qui l'ipotesi che i 'padroni', per evitare conseguenze derivanti dal fatto che la donna era un' immigrata irregolare, hanno trasportato il suo corpo nel greto del fiume Lao. Un'ipotesi inquietante e drammatica, ma che gli uomini della Compagnia di Scalea non escludono. (segue)

(Prs/Pe/Adnkronos)