EUTANASIA: CASTELLO - PIANO CON LE SCELTE ESTREME, ESITO NON E' SCONTATO
EUTANASIA: CASTELLO - PIANO CON LE SCELTE ESTREME, ESITO NON E' SCONTATO
IL PEDIATRA, NON CREDO AI MIRACOLI MA A VOLTE SUCCEDONO

Roma, 31 ago. - (Adnkronos) - ''Non credo ai miracoli. Molte volte ho pensato che quel bambino non ce l'avrebbe fatta, invece alcuni di loro sono sopravvissuti alle patologie piu' gravi come il tumore. Basta un caso per dire andiamoci piano con le scelte estreme''. E' quanto dichiara il pediatra Manuel Castello, in un'intervista a 'La Repubblica' in cui commenta la decisione dell'Olanda di estendere l'eutanasia ai pazienti di eta' inferiore ai 12 anni. ''I bambini - prosegue Castello - sentono meno il dolore, soffrono meno degli adulti quando vengono sottoposti alla chemioterapia. Poi il decorso della malattia e' piu' breve. E oggi con le cure palliative riusciamo a lenire molto le sofferenze''.

Quanto ai miracoli, ''ricordo una bambina - racconta il pediatra - che era stata operata in una clinica privata e alla quale era stato diagnosticato un tumore maligno. Torna a Roma e dopo sei mesi le metastasi si riformano. L'unica strada era farla arrivare alla fine dei suoi giorni con le minori sofferenze. Allora ho deciso di somministrarle tutti i giorni, per via orale anziche' per endovena, una piccola costante dose di un farmaco. Dopo due mesi stava meglio, dopo quattro il tumore era scomparso. Ora sta benissimo''. Il caso, conclude castello, ''e' stato pubblicato sulle riviste internazionali piu' prestigiose. Ecco perche' dico, andiamo piano con le scelte estreme''.

(Stg/Rs/Adnkronos)