GIOVANI: FERRAROTTI, I FIGLI SONO MARMOTTE NASCOSTE SOTTO I GENITORI
GIOVANI: FERRAROTTI, I FIGLI SONO MARMOTTE NASCOSTE SOTTO I GENITORI
IL SOCIOLOGO, HANNO PAURA DELLA CRISI MA CIO' NON GIUSTIFICA L'IMMATURITA'

Roma, 31 ago. (Adnkronos) - ''I giovani vivono in casa fino all'eta' di trent'anni e possono dare luogo all'esplosione di terribili conflitti. La verita' e' che stanno diventando marmotte nascoste sotto il letto della madre''. E' quanto afferma a ''Il Messaggero'' il sociologo Franco Ferrarotti spiegando quali sono i problemi e le difficolta' che i giovani, dopo la fine della scuola, si trovano ad affrontare con la scelta del percorso universitario o quella legata alla vita professionale. ''La crisi c'e' e la paura e' giustificata, ed e' anche vero che non si trova lavoro, ma questo non giustifica l'immaturita' e la non scelta''.

E riguardo la tendenza a scegliere percorsi di studio universitari che ricalcano la professione dei genitori, il professore avverte: ''Cosi' torniamo al feudalesimo, con le confraternite e le corporazioni chiuse. Altro che mercato e societa' aperta. Nonstante l'elettronica siamo in un paese borbonico. L'universita' -conclude Ferrarotti- e' considerata un'area di parcheggio, un momento di svago. Sono bombardati da una moltitudine di stimoli e la reazione a questo eccesso e' la passivita'''.

(Stg/Ct/Adnkronos)