INFARTO: DEFIBRILLATORI IN STRADE TRIPLICANO SOPRAVVIVENZA
INFARTO: DEFIBRILLATORI IN STRADE TRIPLICANO SOPRAVVIVENZA
STUDIO A BRESCIA, OGNI 7 DISPOSITIVI UNA VITA SALVATA OGNI ANNO

Monaco, 31 ago. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - I defibrillatori posizionati nei luoghi pubblici, utilizzabili anche da personale non sanitario, triplicano la sopravvivenza delle persone colpite da attacco cardiaco lontano da un ospedale. Lo dimostra, per la prima volta, uno studio condotto nel territorio di Brescia, coordinato dal Policlinico di San Donato Milanese e presentato al congresso dell'European Society of Cardiology (Esc) di Monaco. Secondo la ricerca il vantaggio e' maggiore in campagna che in citta'. Ma in media, calcolano gli autori, per ogni sette dispositivi collocati in un luogo pubblico si salva una vita in piu' ogni anno.

Il progetto ha coinvolto 2.186 volontari addestrati, e ha impiegato 49 defibrillatori automatici esterni, aggiunti a un sistema di emergenza territoriale che utilizzava defibrillatori manuali esterni posizionati presso dieci ospedali e due ambulatori attrezzati. Ebbene, confrontando i dati relativi a 692 vittime di arresto cardiaco soccorse prima dell'esperimento con quelli raccolti su 702 pazienti soccorsi dopo l'aggiunta dei 49 defibrillatori, si e' osservato che la sopravvivenza passava da 0,9% a 3%: in pratica, triplicava.

(Sal/Pe/Adnkronos)