MILANO: COL. AGRUSTI, SU ALLARME MALPENSA SCATTATO PIANO DIFESA AEREA
MILANO: COL. AGRUSTI, SU ALLARME MALPENSA SCATTATO PIANO DIFESA AEREA
AERONAUTICA MILITARE - 4 ORDINI IN POCHI MINUTI, POI SI DEVE ABBATTERE

Roma, 31 ago. - (Adnkronos) - ''Se viene dato l'ordine di fare fuoco e viene confermato si esegue. E' il nostro lavoro. Altrimenti non funzionerebbe la catena di difesa aerea del paese''. E' quanto dichiara a 'La Stampa' il colonnello dell'Aeronautica militare Maurizio Agrusti, spiegando cosa sarebbe potuto accadere ieri mattina, quando sui cieli sopra Malpensa, due intercettori partiti dalla base di Grosseto hanno affiancato per qualche minuto il boeing Miami-Milano, dopo che la polizia di New York aveva annunciato il suo possibile dirottamento da parte di terroristi kamikaze. ''Quando gli intercettori sono in volo - sottolinea Agrusti - sono pronti a intervenire qualsiasi ordine ci sia. Ma prima di arrivare all'ipotesi peggiore, ci possono essere tantissime variabili''.

''Vi sono diverse procedure e tutte molto tecniche - prosegue il colonnello dell'Aeronautica - nei fatti, bisogna attenersi alle situazioni contingenti. E' importante la tempistica: da Grosseto i nostri aerei, che sono velocissimi, hanno impiegato pochissimi minuti per intercettare il velivolo civile. Quando l'hanno raggiunto hanno atteso istruzioni''. ''I piloti rimangono in contatto costante - continua Agrusti - con la centrale di traffico militare che a sua volta e' in collegamento con quella civile''. Naturalmente, conclude il colonnello, ''prima di far partire un missile contro un obiettivo del genere, si arriva fino ai massimi livelli politici''.

(Stg/Rs/Adnkronos)