ROVIGO: VIOLENTA DONNA DAVANTI A MARITO MENTRE COMPLICE TIENE BIMBO
ROVIGO: VIOLENTA DONNA DAVANTI A MARITO MENTRE COMPLICE TIENE BIMBO
I FATTI SI RIFERISCONO AL 15 MARZO SCORSO, ARRESTATO MAROCCHINO

Rovigo, 31 ago. (Adnkronos) - Aveva violentato una giovane connazionale davanti al marito, mentre un complice teneva in braccio il figlio di sei mesi della coppia. Non pago, aveva sottratto ai due 5mila euro, prima di allontanarsi. Con l'accusa di sequestro di persona, tentata violenza sessuale, rapina ed altri capi d'imputazione il Nucleo operativo e radiomobile dei Carabinieri della Compagnia di Castelmassa (in provincia di Rovigo) ha tratto in arresto il cittadino marocchino Hamid Maazouz, di 32 anni, residente nel veronese.

I fatti si riferiscono al 15 marzo di quest'anno: verso le 22 l'auto in cui i cittadini marocchini (entrambi trentaduenni residenti a Giacciano con Baruchella, nel rodigino) S.N. e la moglie A.B., col figlio di sei mesi, veniva affiancata verso l'uscita di Badia Polesine (in provincia di Rovigo) mentre viaggiava da Verona sulla superstrada, da un'altra auto con a bordo il Maazouz e un complice. Aggredito e immobilizzato l'uomo, i due costringevano la coppia a seguirli in un vicino casolare abbandonato, dove Maazouz, legato il marito con i lacci delle sue stesse scarpe, ne violentava la moglie, prima di rubarle i 5mila euro che teneva nella borsetta.

L'arresto del marocchino, avvenuto alla fine di maggio, e' stato reso noto solo oggi in quanto per diverse settimane le indagini sono proseguite nel tentativo di identificare il complice di Maazouz, che aveva assistito alla violenza tenendo in braccio il bambino. Il Gip che si occupa della vicenda e' Sandro Sperandio; il pubblico ministero Beatrice Zanotti.

(Atf/Gs/Adnkronos)