RETRIBUZIONI: CGIL, SACCONI INCOMPATIBILE CON DIALOGO
RETRIBUZIONI: CGIL, SACCONI INCOMPATIBILE CON DIALOGO
LAPADULA, VUOLE CREARE ALIBI PER NON RINNOVARE CONTRATTI

Roma, 31 ago - ''Sacconi, scambiando artatamente lucciole per lanterne, vuole creare un alibi per non rinnovare i contratti scaduti e far tornare cos? la dinamica retributiva al di sotto dell'inflazione. Il vero obiettivo di Sacconi ? quello di inasprire i rapporti sociali''. E' Beniamino Lapadula, responsabile economico della Cgil a commentare cosi' le parole del sottosegretario al Welfare Maurizio Sacconi sui dati Istat relativi alle retribuzioni. Una 'valutazione', quella del sottosegretario, che alla Cgil ricorda altre dichiarazioni come quella con cui defini' la lotta di Melfi 'una brutta pagina' invocando le cariche della polizia''.

''Del resto - prosegue Lapadula - da quando ? sottosegretario al Welfare, Sacconi non ha saputo far altro che soffiare sul fuoco e alimentare le divisioni, dimostrando che ? incompatibile con la possibilit? di riprendere un qualsiasi tipo di dialogo. Chi nel governo ha veramente voglia di riprendere un dialogo costruttivo con le forze sociali dovrebbe finalmente rendersene conto e agire di conseguenza''.

(Sec-Tes/Pe/Adnkronos)