TURISMO: CONFCOOPERATIVE, AFFRONTARE CRISI CON POLITICHE INTEGRAZIONE
TURISMO: CONFCOOPERATIVE, AFFRONTARE CRISI CON POLITICHE INTEGRAZIONE

Roma, 31 ago. (Adnkronos) - ''La crisi del settore del turismo era annunciata e, almeno in parte, evitabile''. Lo afferma in una nota Lanfranco Massari, presidente di Federcultura turismo sport di Confcooperative. ''Le ragioni del ritorno al cosiddetto 'anno zero' sono molteplici'', spiega, ma ''certo le difficolta' di questa stagione non sarebbero state cosi' gravi se si fosse messa mano all'eccessiva frammentazione del nostro sistema turistico. Un problema gia' affrontato con la legge quadro di riforma del turismo, la 135 del 2001, che promuove l'aggregazione di imprese del settore in forma di consorzi e di cooperative: un dettato rimasto pero' sulla carta''.

''L'integrazione -sottolinea Massari- consentirebbe attivita' di ricerca, sperimentazione e innovazione che le singole imprese non sono in grado di sostenere, nonche' l'offerta di servizi di buona qualita' a costi piu' contenuti. Non e' un caso che il sistema turistico cooperativo, da sempre dedito all'integrazione, abbia sofferto della crisi attuale in forma decisamente minore rispetto agli altri tipi di impresa. Le politiche integrative attuate hanno consentito alle nostre cooperative di attutire notevolmente le difficolta' della stagione che si avvia alla conclusione''.

(Sec-Mig/Gs/Adnkronos)