UE: ZALM D'ACCORDO CON ALMUNIA SU RIFORMA PATTO STABILITA' (2)
UE: ZALM D'ACCORDO CON ALMUNIA SU RIFORMA PATTO STABILITA' (2)
PIU' ATTENZIONE A DEBITO E SOSTENIBILITA' FINANZE PUBBLICHE

(Adnkronos/Aki) - ''L'Unione ha bisogno di un sistema, all'interno del Trattato, che sia credibile, basato sulle regole e che rimanga applicato'', ha ammonito ancora oggi Zalm. E la revisione del Patto firmata Almunia punta proprio a questo: lo scorso 24 giugno il Commissario agli affari economici e monetari aveva presentato in maniera non ancora ufficiale le linee guida della sua riforma, ovvero cinque idee che il 3 settembre verranno messe nero su bianco per fornire, come sottolineano oggi fonti comunitarie, gli strumenti necessari ad ogni paese membro, per prepararli ad affrontare periodi di recessione macroeconomica.

Il principio di base e' quello di rendere piu' flessibili, ma non meno severe, le regole previste dal Trattato, al fine di non dover arrivare con l'acqua alla gola alla situazione limite di un deficit/Pil sopra il 3%. Circostanza questa. che Francia e Germania, graziate lo scorso anno dall'Ecofin, ma penalizzate dalla Corte di giustizia, conoscono bene. Dunque, ''maggiore attenzione al debito e alla sostenibilita' delle finanze pubbliche'', ma anche piu' riguardo per le ''circostanze specifiche di ciascun paese'' nella definizione delle regole di bilancio di medio periodo. (segue)

(Ild/Gs/Adnkronos)