IRAQ: FRATTINI - FIDUCIA AD ALLAWI, L'EUROPA LO APPOGGI UNITA (2)
IRAQ: FRATTINI - FIDUCIA AD ALLAWI, L'EUROPA LO APPOGGI UNITA (2)
TEDESCHI E FRANCESI PARTECIPINO ALL'INIZIATIVA ANCHE SENZA TRUPPE

(Adnkronos) - Frattini ritiene giusta l'affermazione di Allawi secondo cui anche Al Sadr puo' essere un'interlocutore. ''Al Sadr -spiega- ha dimostrato di non essere un terrorista. E proprio per questo la nostra azione, con americani e inglesi, e' stata sempre di incitamento alla moderazione. La via seguita da Allawi, chiedendo l'aiuto di Al Sistani, e quella seguita dagli Usa, di non far entrare i marines nella citta' santa, e' stata quella giusta. L'Europa puo' e deve delineare una strategia: col terrorismo non ci puo' essere dialogo, men che meno cedimento al ricatto. Con tutte le componenti politiche e sociali dei Paesi islamici ci dev'essere invece un dialogo profondo''.

''Ho chiesto proprio oggi alla presidenza olandese -precisa il ministro- di poter introdurre questo tema come contributo italiano al vertice dei ministri degli Esteri, che si terra' in Olanda venerdi' e sabato prossimi. Insistero' soprattutto su alcuni punti. In primo luogo il dialogo interreligioso'', poi ''quello di una strategia positiva di comunicazione''. Terzo punto e' ''la legittimazione piena del governo Allawi, voluto dall'Onu e appoggiato dalla Lega Araba''. La nuova situazione, secondo il ministro potrebbe portare Francia e Germania a riconsiderare il loro rifiuto a un coinvolgimento diretto. ''Questo problema va posto -spiega-, ma non chiedendo loro di inviare le truppe domani. Bensi' dicendo: chi con le proprie truppe, chi con le proprie capacita' di addestramento, sentitevi corresponsabili di un sforzo europeo. Questo e' il cambio di passo, che credo dovremmo essere in grado di promettere ad Allawi''.

(Mig/Ct/Adnkronos)