IRAQ: MENARGUES (RFI), NUOVO ULTIMATUM E' EVOLUZIONE DRAMMATICA
IRAQ: MENARGUES (RFI), NUOVO ULTIMATUM E' EVOLUZIONE DRAMMATICA
MA FORSE UN'APERTURA- NON ESISTE LEGGE SU VELO, CI SIAMO TUTTI SPIEGATI MALE

Parigi, 31 ago. - (Adnkronos) - Il nuovo ricatto dei terroristi dell'Esercito islamico dell'Iraq che chiedono ai francesi di scendere in piazza contro la legge sul velo e premere perche' il provvedimento venga revocato ''e' un'evoluzione drammatica della situazione ma rappresenta forse anche un'opportunita'''. Ma se i rapitori dei due giornalisti francesi Georges Malbrunot di Le Figaro e Christian Chesnot di Radio France International ''hanno accettato di prolungare di 24 ore il nuovo ultimatum forse accetteranno anche qualcosa altro. Si tratta, puo' darsi, di un'apertura. Ovviamente mi aggrappo a questa speranza come un pazzo''. Ad affermarlo all'ADNKRONOS e' il direttore aggiunto e direttore della redazione di Radio France International (Rfi) Alain Menargues mentre il Goevrno francese si riunisce per esaminare la situazione degli ostaggi.

In Francia, sottolinea quindi Menargues, ''non esiste una legge sul velo. Credo che, noi giornalisti, abbiamo una responsabilita' nella misura in cui abbiamo fatto credere al mondo arabo che c'era una legge sul velo. In Francia -precisa- c'e' una legge sull'uso dei simboli religiosi nelle scuole pubbliche. Fuori, le musulmane, cosi' come i cattolici o gli ebrei, indossano quello che vogliono''. Sicuramente, su questo tema, sottolinea Menargues, ''il Governo, le forze politiche o la stampa si sono spiegate male. Avremmo dovuto spiegarlo meglio''. (segue)

(Eca/Ct/Adnkronos)