IRAQ: RIZZO, IL PREMIER IRACHENO? UN CAMERIERE DEGLI USA
IRAQ: RIZZO, IL PREMIER IRACHENO? UN CAMERIERE DEGLI USA
NOI PENSIAMO CHE SIA QUESTA GUERRA AD ALIMENTARE IL TERRORISMO

Roma, 31 ago. - (Adnkronos) - ''E' capo di un governo messo li' dagli americani, governo i cui membri sono strettamente legati ad uomini della Cia, dunque la titolarita' di questo premier e' dubbia''. Cosi' in un'intervista al 'Corriere della Sera' Marco Rizzo, capo della delegazione dei Comunisti italiani all'Europarlamento, commenta le parole del premier iracheno Allawi, che invita l'Occidente a schierarsi senza esitazioni nella lotta al terrorismo.

''Allawi e' un cameriere. Se devo, preferirei parlare con l'albergatore, cioe' con Rumsfeld'', dice Rizzo, che contesta l'idea che o si e' per la guerra o si sta con il terrorismo. ''Noi -dice- pensiamo che sia questa guerra che alimenta il terrorismo. Mi tornano in mente gli Anni Settanta in Italia con la strategia della tensione: gli ultimi rapimenti colpiscono, con Baldoni, quella parte maggioritaria di opinione pubblica italiana che e' contro la guerra. E con i due giornalisti francesi, un Paese capofila del tentativo europeo di non fare la guerra''. Certo, ammette Rizzo, ''non sono gli americani a fare i rapimenti, Ma c'e' un modo per spingere, provocare, sollecitare... Siamo in campagna elettorale negli Usa, Bush e' in difficolta' sulle vicende internazionali''.

(Mig/Ct/Adnkronos)