IRAQ: TEHERAN, CONTRARIO A PRINCIPI ISLAM RAPIMENTO GIORNALISTI
IRAQ: TEHERAN, CONTRARIO A PRINCIPI ISLAM RAPIMENTO GIORNALISTI
PORTAVOCE MINISTERO ESTERI CHIEDE IMMEDIATA LIBERAZIONE

Teheran, 31 ago. - (Adnkronos) - Il governo di Teheran ha condannato oggi il rapimento in Iraq dei due giornalisti francesi definendolo contrario ''ai valori umani e ai principi islamici'' ed ha espresso l'auspicio che gli ostaggi siano liberati al piu' presto. Lo riporta l'agenzia di stampa iraniana Irna attraverso le dichiarazioni del portavoce del ministero degli Esteri Hamid Reza Assefi. ''I valori umani e i principi islamici non approvano tali metodi'', ha detto Assefi, aggiungendo di sperare ''che i due reporter siano liberati il prima possibile e possano tornare sani e salvi nel loro paese''.

Christian Chesnot, 37 anni, inviato della radio pubblica francese Radio France e di Radio France Internationale e Georges Malbrunot, 41 anni, del quotidiano ''Le Figaro'' sono scomparsi il 20 agosto e il loro rapimento e' stato rivendicato dall'Esercito armato in Iraq. L'ultimatum, con il quale i terroristi chiedevano al governo francese di abrogare la legge sul divieto di indossare nelle scuole pubbliche il velo islamico, in vigore a partire da giovedi', e' stato prorogato ieri di 24 ore e scadra' questa sera alle 21. (segue)

(Sva/Ct/Adnkronos)