TERRORISMO: BRIGATE ISLAMBOULI, UNA EMANAZIONE DI AL QAEDA? (2)
TERRORISMO: BRIGATE ISLAMBOULI, UNA EMANAZIONE DI AL QAEDA? (2)
I PRECEDENTI NEGLI AGGUATI A MUSHARRAF E A GENERALE KARACHI

(Adnkronos/Aki) - L'attentato, pur lasciando illeso Aziz (eletto primo ministro dal Parlamento pakistano il 27 agosto, dopo la sua elezione a deputato), causo' la morte di 9 persone, compreso l'attentatore suicida. All'inizio gli uomini dell'intelligence pakistana mostrarono un certo scetticismo sull'ostentato legame con Al Qaeda. E' infatti abbastanza insolito, fecero notare gli analisti, che il nome della rete terroristica di Bin Laden venga usato direttamente per la rivendicazione di attentati. Dopo un mese di indagini, gli investigatori non sanno ancora stabilire se la leadership di Al Qaeda, che in passato ha dimostrato di avere stretti legami con alcuni gruppi jihadisti pakistani, sia direttamente coinvolta nelle Brigate Islambouli.

Certo, fanno sapere gli uomini dell'intelligence, sebbene il gruppo sembri avere obiettivi interni alla realta' pakistana, come evidenziato dal comunicato di rivendicazione, la sua filosofia e la sua struttura sembrano chiaramente ispirate all'organizzazione di Bin Laden. L'attentato ad Aziz, inoltre, faceva seguito ad altri due attentati, rivendicati da altre sigle, che presentavano caratteristiche simili. Quello contro il presidente pakistano Musharraf nel dicembre dello scorso anno e quello dello scorso giugno contro il comandante militare della regione di Karachi. Entrambi apparvero come una diretta conseguenza delle fatwa di morte lanciate da Osama Bin Laden nel febbraio 2003 e poi nuovamente dal suo braccio destro Al Zawahiri a settembre 2003 contro la leadership pakistana, accusata di essere schiava degli americani. (segue)

(Mli/Gs/Adnkronos)