TERRORISMO: BRIGATE ISLAMBOULI, UNA EMANAZIONE DI AL QAEDA?
TERRORISMO: BRIGATE ISLAMBOULI, UNA EMANAZIONE DI AL QAEDA?
STESSA SIGLA PER ATTENTATI A PREMIER PAKISTANO E AEREI RUSSI

Roma, 31 ago. - (Adnkronos/Aki) - Diversi gli scenari, diverse le specifiche finalita', ma un'unica sigla per la rivendicazione: 'Brigate Islambouli'. Questo il filo che lega il doppio attentato del 24 agosto, alla vigilia delle elezioni in Cecenia, ai danni dei due Tupolev russi e quello (fallito) del 30 luglio a Fatehjang in Pakistan contro il Ministro delle Finanze e primo ministro designato Shaukat Aziz. Una sigla praticamente sconosciuta in Pakistan fino al momento dell'attentato ad Aziz, con un evidente riferimento nel nome a Khalid Islambouli, l'ufficiale dell'esercito egiziano che guido' il gruppo di militari che nel 1981 assassinarono il presidente egiziano Anwar Sadat.

Islambouli era membro del gruppo jihadista collegato al braccio destro di Osama Bin Laden Ayman Al Zawahiri, che nel corso degli anni '90 venne in parte integrato nella struttura di Al Qaeda. In occasione dell'attentato in Pakistan, 'prima uscita' della nuova sigla, il riferimento ad Al Qaeda era ancora piu' diretto. 24 ore dopo l'attentato, la rivendicazione avvenne in arabo (e non in urdu) attraverso un sito internet e fu firmata 'Brigate Islambouli di Al Qaeda'. (segue)

(Mli/Gs/Adnkronos)