USA 2004: ZOGBY, E' UN PAESE SPACCATO IN DUE
USA 2004: ZOGBY, E' UN PAESE SPACCATO IN DUE
PER IL SONDAGGISTA SARA' UNA VITTORIA SUL FILO DI LANA

Roma, 31 ago. - (Adnkronos) - ''Il numero di indecisi quest'anno e' molto piu' basso del solito. Era dagli anni Settanta che non si registrava un numero tanto basso di indecisi. Dal mese di marzo la percentuale fluttua, ma il nocciolo duro di chi e' davvero indeciso e' sempre intorno al 5%''. E' quanto dichiara John Zogby, uno dei sondaggisti piu' autorevoli degli Stati Uniti, in un'intervista a 'Il Secolo XIX. ''La nazione e' polarizzata - spiega Zogby - in due campi, destra e sinistra. Il centro moderato e' praticamente scomparso''.

La conseguenza di questa spaccatura cosi' netta sara' ''un'elezione molto combattuta - sostiene 'il campione dei sondaggi' al quotidiano diretto da Antonio Di Rosa - Kerry e Bush sono alla pari, la nazione e' divisa su tante questioni. Anche se l'ultimo sondaggio vede Kerry leggermente in vantaggio con il 50,8% e Bush al 46,7%''. Secondo Zogby, ''e' possibile che gli indecisi si decidano solo a ridosso del voto'', e i temi sui quali si combattera' saranno ''l'economia, che e' sempre stato il tema numero uno della campagna elettorale, al 30% e oltre. Al secondo posto c'e' il terrorismo, tra il 17 e il 21%. Al terzo posto e' l'Iraq, al quarto la sanita'''. L'Iraq infatti, conclude il sondaggista, ''ha gia' avuto il suo effetto, ha infuriato e polarizzato gli elettori, ha gia' fatto quello che doveva fare e non appare come la carta principale del gioco''.

(Stg/Ct/Adnkronos)