ALCOL: RICERCA, CHI HA BEVUTO E GUIDA HA DISTORTA PERCEZIONE DI DISTANZA E PROFONDITA'
ALCOL: RICERCA, CHI HA BEVUTO E GUIDA HA DISTORTA PERCEZIONE DI DISTANZA E PROFONDITA'

Roma, 3 dic. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Guidare dopo aver bevuto alcolici, si sa, non e’ consigliabile ne’ sicuro per se’ e per gli altri. Dunque sanzionato dal Codice stradale. Ora i ricercatori Usa dell’universita’ del North Dakota hanno scoperto che ad andare ‘in tilt’ e’ proprio la percezione di distanza e profondita’, necessarie per una corretta guida di automobili o ‘due ruote’. ‘’Precisamente - spiegano - la comprensione del moto della parallasse, che fornisce informazioni sulle distanze delle cose intorno a noi a partire dal nostro movimento. Per esempio - aggiungono - la distanza di un albero o di un’altra vettura quando siamo alla guida della nostra automobile’’.

Secondo gli scienziati l’alcol danneggia i due sistemi di visione che sovrintendono a questa comprensione delle distanze, mettendo in serio pericolo la capacita’ di guidare. ‘’Saltano - continuano su Psychological Science - i movimenti rapidi e lenti dell’occhio che servono rispettivamente per determinare la nostra posizione e quella dell’ambiente circostante’’.

(Sal/Gs/Adnkronos)